eretico ben cotto

by Fabio Massimo Franceschelli – cinema, teatro, politica, arte, società

La Bomba Voyeur, romanzo saggio di Alfredo Zucchi

Questo libro mi crea problemi. È raro che un libro mi dia problemi. Questo c’è riuscito. Problemi di ordine classificatorio, tassonomico, di incasellamento. Serve incasellare le cose, senza incasellamento e … Continua a leggere

ottobre 11, 2018 · 1 Commento

Il “male” e il fascismo nell’ultimo Pasolini (Salò e Petrolio)

                Salò rappresenta cinematograficamente il “male”, e lo fa dandogli la veste storica del fascismo repubblichino. Il fascismo è l’immagine chi si accompagna … Continua a leggere

gennaio 2, 2015 · Lascia un commento

L’inganno della Scrittura Creativa

Il concetto di Scrittura Creativa non l’ho mai amato molto. Ovvio che la scrittura lo sia, così come lo è qualsiasi altra espressione artistica, ma la comunicazione ultimamente inflazionata di … Continua a leggere

agosto 9, 2014 · Lascia un commento

Addio a Roma. Recensione al libro di Sandra Petrignani

Addio a Roma, un saluto che oggi mi appare augurio luminoso, appena sopra l’orizzonte illuminato d’alba, a caratteri cubitali. Ma poi è solo un titolo di un libro. Uno slogan, una promessa … Continua a leggere

gennaio 30, 2013 · 1 Commento

Invidia (racconti del venerdì #6)

Seduta nel foyer del piccolo teatro, Adele teneva d’occhio la donna in piedi in fila al botteghino. Poco distante da lei, in piedi, conversava con due uomini giovani, forse attori … Continua a leggere

ottobre 28, 2011 · 1 Commento

Putrefazione (racconti del venerdì #5)

“Io non ho fatto proprio nulla”, disse. Erano appena tornati dalle vacanze, le valigie da disfare ancora nell’ingresso, e già la stava accusando di qualcosa. Entrati in casa il fetore … Continua a leggere

ottobre 21, 2011 · 1 Commento

Il Melodramma, o Sul principale paradigma interpretativo italiano agli inizi del XXI sec.

“Per fare un buon melodramma si deve per prima cosa scegliere un titolo. Bisogna poi adattargli un qualsiasi soggetto, storico o di fantasia; poi ci si metteranno come personaggi principali … Continua a leggere

ottobre 1, 2011 · 1 Commento

Incipit (racconti del venerdì #4)

Sono apparsa, la prima cosa che ho percepito è stato il ringhiare del cane. Poi l’ho visto, davanti a me, a circa un metro. Era un mastino e ce l’aveva … Continua a leggere

settembre 23, 2011 · Lascia un commento

Il mondo in una pozza (racconti del venerdì #3)

Kwai Talunij era il più grande cacciatore del popolo degli alowij, i fieri figli di Kwootaar. In quel tempo gli ewetij avevano da poco iniziato l’esplorazione della terra degli alowij. … Continua a leggere

settembre 16, 2011 · Lascia un commento

La strana storia di Mark Kaplan (racconti del venerdì #2)

Alle 16.45 del 15 luglio 2004 il ciccione Jerry guarda soddisfatto il bambino biondo che gli sta davanti. Il ciccione Jerry ha occhi piccoli e una faccia tonda e gonfia, … Continua a leggere

settembre 9, 2011 · 1 Commento

insostenibile leggerezza dello scrivere

 …i personaggi non nascono da un corpo materno come gli esseri umani, bensì da una situazione, da una frase, da una metafora, contenente come in un guscio una possibilità umana … Continua a leggere

settembre 3, 2011 · 2 commenti

raccontino circolare (racconti del venerdì #1)

…quando capì che la fine era prossima fece un rapido calcolo di quanto le potesse mancare. Certo, non avrebbe potuto essere un calcolo estremamente preciso, nelle sue condizioni poi… tuttavia … Continua a leggere

settembre 2, 2011 · 1 Commento

Blog Stats

  • 13.666 hits

contatti

MEMENTO

Non c'è niente da esprimere, niente con cui esprimere, nessuna capacità di esprimere, nessun desiderio di esprimere, insieme all'obbligo di esprimere [Samuel Beckett]

Categorie

Ultimi Tweet

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.